Tesoro n. 1

Saint‑Malo ‑ Le Bijou Corsaire

Vista su Saint Malo Intra Muros Da Le Mole Des Noires Saint Malo Loic Lagarde 666 1200pxVista su Saint Malo Intra Muros Da Le Mole Des Noires Saint Malo Loic Lagarde 666 1200px
©Vista su Saint Malo Intra Muros Da Le Mole Des Noires Saint Malo Loic Lagarde 666 1200px|©Loïc Lagarde
Una roccia in mezzo all'acqua Saint-Malo, aprite!

Dietro le sue porte storiche, la città vi invita a scoprire uno scrigno a grandezza naturale.

Qui tutto brilla come i riflessi del sole sul mare. Storia, emozioni, passeggiate, riempiono la vostra memoria di ricordi preziosi.Scoprirete la storia unica della città con le sue gloriose leggende, da Jacques Cartier a Robert Surcouf. Vivete ogni secondo al massimo perché a Saint-Malo, ogni vicolo, ogni torre, ogni monumento, ogni spiaggia, promette ricordi preziosi che rimarranno impressi nella vostra mente.

Un tesoro ben protetto

Chiusa dai suoi bastioni, Saint-Malo nasconde mille tesori. Le scoprirete passeggiando al vostro ritmo tra i suoi vicoli dal fascino irresistibile. Il primo passo è quello di varcare le porte della città, entrando nel più corsaro dei quartieri malouiniani. I numerosi abitanti, armatori, marinai o artigiani, erano tutti rivolti verso il mare. Una città marittima, quindi, con un forte spirito indipendente. Repubblica per 4 anni (1590 – 1594), Saint-Malo rimase fedele al suo motto: “Né francese, né bretone, Malouin suis! Dal Bastione Saint-Louis al Fort à la Reine, la passeggiata è ricca di belle sorprese. Se arrivate dalla Porte Saint-Vincent, sarete accolti dallo Château: le prime pietre preziose del vostro cammino. Le quattro torri angolari e il mastio ospitano oggi il Municipio. Un po’ più avanti nelle strade, vi troverete di fronte a un altro gioiello: la Cattedrale di Saint-Vincent. Le sue volte in stile angioino, il suo chiostro e il suo coro gotico costruito nel XII secolo sono ammirevoli. Qui si trovano le tombe di Jacques Cartier e Duguay-Trouin.

Un gioiello circondato da bastioni

Ogni tesoro attira la cupidigia, e questo gioiello corsaro ha scatenato memorabili battaglie contro i suoi nemici, spesso inglesi. La baia fu fortificata già nel XVII secolo grazie a Garangeau che costruì, secondo i piani di Vauban, i 4 forti costruiti sugli isolotti: il Conchée, il Fort National, il Fort du Petit Bé e il Fort Harbour. Più al largo, anche l’isola di Cézembre costituiva un bastione. Per ammirare questo panorama, recatevi a piedi, con la bassa marea, all’isolotto di Grand Bé dove è sepolto lo scrittore François-René de Chateaubriand. Il panorama è mozzafiato.

Partire all'avventura

Per scoprire i nostri 8 tesori conservati!