La Costa di Smeraldo e le sue isole

Un litorale preservato di fronte alle isole della Manica

Acque cristalline con riflessi verde smeraldo bagnano un arcipelago di isole e isolotti situato al largo di Saint-Malo. Fate una gita fino alle isole Chausey o partite alla conquista delle isole anglonormanne!

Le isole di Saint-Malo e della baia del Mont-Saint-Michel

Tra Saint-Malo e la baia del Mont-Saint-Michel, potrete fare scalo su isole selvagge o disabitate, come l’isola Cézembre, l’isola del Grand-Bé o l’arcipelago delle isole Chausey.

Le isole Chausey, un arcipelago di granito

Quello delle isole Chausey è il più grande arcipelago d’Europa. Riunisce, in effetti, 365 isolotti con la bassa marea e 52 con l’alta marea. L’escursione del mare nell’arcipelago può raggiungere i 14 metri in occasione delle grandi maree, offrendo allora al paesaggio un aspetto lunare quando i flutti si ritirano.

Grande Île, l’isola principale, è accessibile in traghetto da Saint-Malo durante la bella stagione. Sul posto, l’esperienza di disconnessione dalla vita moderna è assoluta, perché nessuna automobile può circolare sull’isola. Natura, mare e splendide spiagge di sabbia bianca sono gli unici protagonisti di questa splendida cartolina. Vi potrete trascorrere la giornata o far durare il piacere fino all’indomani offrendovi una notte nell’unico albergo dell’isola.

Cézembre, l’isola vietata

Solamente la spiaggia è accessibile ai visitatori che sceglieranno di far scalo sull’isola Cézembre durante una bella giornata di sole. Fortificata durante l’ultima guerra dall’esercito tedesco, la parte settentrionale dell’isola è in effetti totalmente vietata per misure di sicurezza. Selvaggia e disabitata, dispone della spiaggia con la migliore esposizione di tutta la costa, interamente rivolta verso Sud. I traghetti con partenza da Saint-Malo sono giornalieri durante l’alta stagione, marea permettendo.

L’isola del Grand-Bé, la tomba di Châteaubriand

Quest’isola disabitata si trova ai piedi della cinta muraria di Saint-Malo. È possibile visitarvi la tomba dello scrittore Châteaubriand, precursore del Romanticismo francese nato a Saint-Malo. Vi potrete accedere solamente con la bassa marea e vi consigliamo quindi di informarvi bene sugli orari delle maree prima di intraprendere la vostra escursione!

Le isole anglonormanne

Jersey, Guernesey, Aurigny, Sercq e Herm sono le cinque isole principali dell’arcipelago della Manica, che consta di più di mille isolotti e scogli. Le due isole più grandi, Jersey e Guernesey, sono molto frequentate, soprattutto durante i week-end.

Le isole appartengono alla corona britannica, ma non fanno però parte dell’Unione Europea. Per questo motivo, è necessario avere con sé un passaporto in corso di validità per poterle visitare. Una sola compagnia di traghetti assicura il collegamento tra le isole e Saint-Malo, con 14 viaggi a settimana.

Jersey, un’isola molto… british

Con il Condor rapido, ci vogliono circa venti minuti di traversata per recarsi su Jersey, la più grande isola dell’arcipelago, destinazione molto apprezzata dagli amanti dello shopping all’inglese. Saint-Hélier, la capitale, è rinomata per le sue belle boutique di prêt-à-porter, oggetti design o antichi e negozi lussuosi.

Ma Jersey è innanzitutto un’isola dalla natura selvaggia e preservata, con grandi spiagge di sabbia e scogliere sontuose. L’isola, esposta alle onde dell’Atlantico nella baia di Saint-Ouen, è un luogo molto apprezzato dagli appassionati inglesi di surf.

Guernesey, l’isola dai fiori selvatici

La natura è altrettanto eccezionale sull’isola di Guernesey, situata a 1 ora di traversata da Jersey. Riserve naturali, piccoli porti pittoreschi, spiagge di sabbia e anse rocciose si snodano lungo i 160 chilometri di coste dell’isola. Lavanda, gigli esotici e orchidee selvatiche spandono il loro profumo sull’isola per gran parte dell’anno.

A Saint-Peter Port, la capitale, non potrete fare a meno di visitare Hauteville House, la casa di Victor Hugo! La sua cornice straordinaria è una perfetta dimostrazione del genio dello scrittore, che trascorse quindici anni in esilio in questa dimora, costruita sulle alture che dominano la città.