Notizie

Testimonianze dei nostri consulenti di viaggio

Temoignages-de-nos-conseillers-en-sejour.jpg

Testimonianze dei nostri consulenti di viaggio

In prima linea per tutta l’estate, il team di accoglienza è cresciuto notevolmente con l’arrivo di rinforzi stagionali. In pochi giorni, i nuovi consulenti per le vacanze hanno scoperto la nostra regione e si sono immersi in un oceano di informazioni per rispondere alle numerose e complesse domande dei nostri visitatori in tutti i nostri punti di accoglienza. Da Saint-Broladre a Saint-Lô, passando per la Germania, l’Argentina, le rive della Rance e la Vandea, che siano nuovi nel team o che siano con noi da molto tempo, leggete le testimonianze di 7 dei nostri consulenti per le vacanze che si impegnano a fondo nel loro lavoro di squadra. Grazie a loro per aver trovato il tempo di condividere le loro esperienze e scrivere i loro sentimenti, e grazie a tutto il team per il loro spirito.

Naya Knoche Mi chiamo Naya, ho 20 anni e sono tedesca. Sto studiando una laurea franco-tedesca e lo stage di due mesi (luglio/agosto) fa parte della mia laurea. Sono stata accolta molto bene all’ufficio turistico e durante i tre giorni di formazione ho già imparato molto sul lavoro alla reception dell’ufficio turistico. La barriera linguistica è sempre presente, ma ogni volta che ho difficoltà linguistiche, il team dell’ufficio turistico è sempre felice di aiutarmi. In generale, mi piace molto lavorare come consulente turistico: si è sempre in contatto con persone provenienti da diversi dipartimenti francesi e da diversi Paesi. Ogni giorno si fanno nuove esperienze e si impara molto sulla cultura francese e sulla città di Saint-Malo, anche dando informazioni.Victoria Michon Sono Victoria, ho 22 anni e lavoro da un mese all’ufficio turistico di Saint-Malo e Dol-de-Bretagne come consulente turistico. Si tratta di un lavoro stagionale che è totalmente in linea con i miei studi di turismo. Ho appena conseguito il BTS in turismo e ora sto studiando per laurearmi in Destinazioni turistiche, patrimonio e marketing territoriale. Il mio ruolo è quello di informare, animare e promuovere il territorio appoggiandomi ai nostri numerosi partner. A volte mi sento la prima interfaccia per i visitatori che si perdono di fronte alla moltitudine di cose da fare nelle nostre città. Quest’anno mi sembra che ce ne siano molti e molto dinamici! Vogliono scoprire la città in modo più autonomo che accompagnato, a mio avviso, e sono sempre alla ricerca di conoscenze sulla nostra destinazione, sui prodotti tipici e sulle avventure uniche. Ci sono turisti ma anche visitatori locali che vengono a scoprire ciò che non è lontano da casa loro; queste persone sono sempre alla ricerca di nuove feste e vogliono spostarsi ma non lontano da casa. Questi visitatori cercano un’atmosfera festosa, soprattutto la sera. Amo il mio lavoro e tutto il team è appassionato, i visitatori cercano anche consigli su esperienze che hanno avuto o provato con i nostri partner e si affidano molto alle esperienze che abbiamo avuto noi. Sono numerosi e provengono dai quattro angoli del mondo, ci troviamo di fronte a profili di visitatori diversi (famiglie, anziani, persone con disabilità, coppie…) e ogni richiesta è unicaÈ un lavoro di passione e ascolto che ho la possibilità di portare a termine anche come greeter!Blandine Jaillot Salve, mi chiamo Blandine, sono una studentessa di giurisprudenza e lavoro come impiegata stagionale presso l’Ufficio Intercomunale del Turismo di Saint-Malo per la mia terza stagione. In primo luogo, la squadra. Che si tratti di personale fisso o stagionale, sono gentili, professionali, disponibili, attenti agli altri, c’è una bella coesione… Insomma, sempre una grande squadra! In secondo luogo, il lavoro in sé, la diversità dei compiti (accoglienza al banco, telefono, cura della biglietteria, posta…). Infine, la location: ho la fortuna di lavorare sia nella sede di Saint-Malo che in quella di Dol-de-Bretagne, ed è sempre un piacere rappresentare una destinazione come la nostra: la sua diversità e la sua bellezza non si discutono.

Marine Le Guen Attualmente con un contratto a tempo determinato presso l’ufficio di Saint-Malo fino alla fine della Route du Rhum, lavoro come consulente per le vacanze per la quarta stagione consecutiva. Nelle stagioni precedenti studiavo ancora e lavoravo solo durante l’alta stagione. Quest’anno, per la prima volta, ho l’opportunità di vedere la differenza nel numero di visitatori e nel ritmo della stagione tra luglio e agosto e il resto dell’anno. Siamo solo a metà dell’estate, ma è già evidente che ci sono molti più visitatori rispetto ai due anni precedenti. Il ritmo alla reception è veloce, le lingue varie e le richieste numerose. Come negli anni precedenti, il team di accoglienza è incredibile e si creano affinità che permettono un grande senso di coesione. Le nuove edizioni delle mappe di Saint-Malo sembrano piacere molto ai visitatori, che sono meno esitanti a pagare 0,50 euro per avere maggiori informazioni sulle diverse attrazioni turistiche.Philomène Steffan Consulente per le vacanze dall’anno scorso, lavoro presso l’ufficio turistico di Saint-Malo e anche presso gli uffici di informazione turistica di Cancale e Saint-Suliac. Mi occupo anche delle informazioni locali, che consistono nella ricerca di articoli turistici interessanti per tutto il team. Ho notato che il numero di visitatori è elevato dall’inizio della stagione e che le tipologie di visitatori sono varie (sia locali, soprattutto per la biglietteria degli eventi, sia escursionisti, sia turisti).Ho notato che i visitatori sono spesso alla ricerca delle tariffe preferenziali disponibili, abbiamo molte richieste per tutti i biglietti che offriamo (è facile per i visitatori prenotare in anticipo). Inoltre, con l’ondata di caldo, molte richieste sono per attività nautiche, escursioni in mare, passeggiate in luoghi ombreggiati. I visitatori chiedono consigli sulle spiagge, soprattutto quelle adatte alla balneazione. Amalia Landaburu Mi chiamo Amalia, sono una consulente stagionale per le vacanze. Vengo dall’Argentina e sono arrivato in Francia 3 anni fa. Ho un master in turismo e sono una guida turistica. Sono lieta di far parte dell’équipe di accoglienza per la stagione 2022 presso l’ufficio di Saint Malo e anche presso la BIT di Dol de Bretagne. Si tratta di un’esperienza del tutto nuova per me, che mi ha permesso di mettere a frutto le mie conoscenze linguistiche e la mia vocazione al servizio. Ho trovato un team che mi ha ascoltato e sostenuto, che mi ha dato l’opportunità di conoscere rapidamente la destinazione, che è molto ricca.Dal turista più esigente a quello più divertente con domande stravaganti (è obbligatorio andare a piedi nudi al Fort du Petit Bé o è nella cattedrale di Saint Vincent che è sepolto il gioielliere Cartier?), tutto rappresenta una sfida che mi nutre sia professionalmente che personalmente.Sono Dominique, referente della Bit de Dol-de-Bretagne, consulente e guida turistica, una funzione in cui sboccio pienamente condividendo con i visitatori la storia e il patrimonio della città in cui vivo da 30 anni e per cui sono appassionata.Il centro in cui lavoro è un’équipe affiatata e solidale in cui mi trovo bene, composta per lo più da giovani che spesso dico potrebbero essere i miei figli, e con cui ho un buon rapporto! E poi c’è il lavoro di accoglienza e informazione allo sportello, con un pubblico molto eterogeneo con domande e interessi vari. È questo che rende questo lavoro così “affascinante”. Ed è la stessa cosa quando faccio visite guidate a un pubblico molto eterogeneo per il quale devo adattarmi. Non so mai cosa mi verrà chiesto di fare e questo a volte può portare a delle sorprese!

Chiudi