Godetevi un panorama eccezionale al

Balcone della baia

Belvedere Roz Sur Couesnon Simon Bourcier 855Belvedere Roz Sur Couesnon Simon Bourcier 855
©Belvedere Roz Sur Couesnon Simon Bourcier 855|©simonbourcier.com
Un giardino panoramico con vista sulla baia di Mont-Saint-Michel e sul Mont

E perché non prendere l’altura per ammirare uno dei panorami più belli della nostra Destinazione!

Vi presentiamo,

Il balcone della baia

Un grandangolo che si scopre e si ammira con grande interesse!

Situato nella baia di Mont-Saint-Michel a Roz-sur-Couesnon, un massiccio montuoso che vale la pena di essere deviato, sale vicino al municipio, dove un giardino offre un panorama unico sui vari paesaggi della baia di Mont-Saint-Michel. Da qui si può capire la ricchezza della Baia con le sue variazioni di paesaggi, colori e contrasti. Il reticolo e l’isolamento delle fattorie al riparo delle dighe, i polder che si estendono fino a Mont Saint-Michel e dove pascolano le pecore, vi invitano a fermarvi qui per un po’ e osservare questi paesaggi incantevoli che si susseguono.

La griglia:

La griglia delle fattorie colora il paesaggio davanti ai nostri occhi. Segna le diverse culture della baia di Mont-Saint-Michel e le piccole macchie beige, queste sono le pecore dei prati salati.In questo paesaggio rettilineo e così vivace mostra che l’uomo ha preso il suo posto qui.

I polder:

Soffermiamoci per qualche minuto, per capire questo paesaggio e parliamo un po’ dei polder, perché un tempo non si parlava di polder, le rive delle Quatre Salines erano ancora oggetto di sfruttamento del sale secondo le regole del “Quart-bouillon”. Sotto il vecchio regime, il sale era oggetto di una famosa tassa, la gabella. Nel regno esistevano sei diversi regimi fiscali sul sale. Il territorio della baia ha beneficiato di un regime eccezionale chiamato “Quart-bouillon”. Era vietato l’uso del sale proveniente dalle saline. Si poteva usare solo il sale da ardere prodotto localmente dalla salina. Le società di bonifica hanno poi lavorato per recuperare le terre dal mare fino alla fine degli anni ’60.La toponomastica del luogo riflette ancora questa storia, è l’eredità di questo uso della baia.Piccolo extra: scendendo di nuovo verso i polder, è possibile visitare la Casa dei Polder e partecipare a una delle uscite organizzate.

E in lontananza… ma non così lontano!

La sagoma del Mont Saint-Michel che emerge in un paesaggio dove la piattezza regna sovrana e mostra la sua imponente statura. Come un faro in mare, è lì per indicarci la strada, per orientarci!

Alla scoperta delle nostre emozioni e sensazioni…

La morbidezza dei colori ci avvolge e siamo attratti dal Mont Saint-Michel che qui si rivela. Facciamo un passo indietro nei nostri desideri e ci prendiamo il tempo per ammirare questi ricchi paesaggi. E soprattutto siamo pieni della gioia che questa scoperta della baia di Mont-Saint-Michel spalancata ci procura! E per scoprire ancora di più, vi invitiamo a fare una gita nella baia con la Maison de la Baie, che offre gite di pesca, scoperte e anche uscite alla riva di Hermelles.

Un'avventura

Scoprite i nostri tesori conservati!