Gita ornitologicaal Marais de Sougeal
©Aurélien Bellanger©Aurélien Bellanger
©©Aurélien Bellanger

Escursione ornitologica alle paludi di Sougeal

Alla ricerca di aria fresca e di sfumature di verde… i miei occhi sono ancora pieni di ricordi!

©smbmsm Profil Blog Cécile Format Ok©smbmsm Profil Blog Cécile Format Ok
Cécile

Alla ricerca di aria fresca e di sfumature di verde... i miei occhi sono ancora pieni di ricordi!

Sito notevole della Bretagna

Gita ornitologica

Un’evasione verde nella terra degli uccelli in un sito classificato come Area notevole della Bretagna!

C’era una volta, in un certo periodo dell’anno, più precisamente a febbraio, la storia di centinaia di uccelli migratori che attraversavano i continenti alla ricerca del più perfetto degli scali: la palude di Sougeal! Un rifugio turistico immerso nel cuore della baia di Mont-Saint-Michel per queste 60 specie diverse. Proprio come un turista in visita, vengono a fare una pausa salutare, a recuperare le forze per continuare il loro viaggio, la loro migrazione. Ma perché questa pausa? Vengono qui soprattutto per nutrirsi, questa sosta può durare qualche giorno, o settimane!”

“Quando l’appetito se ne va, tutto se ne va”

Per quanto mi riguarda, come loro avevo bisogno di questa pausa, una pausa lontano da casa. Questa piccola fuga in una terra conosciuta, ma quasi sconosciuta. Come tutti, vedo gli uccelli nel cielo, sugli alberi, sui tetti delle case, ma durante questa pausa, mi sono presa il tempo di osservarli, di imparare perché vengono a fare la loro pausa annuale con noi. Questa migrazione invernale, è la migrazione prematrimoniale, è la storia d’amore aerea per eccellenza. Questi uccelli provengono dal nord dell’Africa alla Svezia e persino alla Siberia. Destinazioni diverse, ma un obiettivo comune, la ricerca di cibo. La loro bussola interna li guida, il loro olfatto li localizza, tutto ciò li guida a trovare la strada giusta! Senza dimenticare le loro conoscenze geografiche, già molto approfondite: questi uccelli hanno imparato fin da piccoli a conoscere le coste e i fiumi dei diversi Paesi che attraversano. Come me, come te… è piuttosto divertente, vero?

Passiamo all'osservazione

Passiamo all’osservazione, ora che so dove vanno, perché ci vanno e come ci vanno! Marion, la nostra guida, mostra a me e ai miei compagni di osservazione le diverse specie di anatre, la differenza tra maschi e femmine. Poiché l’anatra madre non è come l’anatra padre, ha colori più chiari, meno visibili. Al di là del fatto che è necessario per sfuggire a predatori e cacciatori, è la donna anatra a scegliere il maschio più bello e non il contrario. Mi prendo delle pause dalla lunga vista per osservare con gli occhi tutta questa distesa verde, per ammirare il volo della garzetta, la calma e la pienezza di questo luogo. Confesso di non ricordare i nomi di tutte le specie di uccelli incontrate durante questa piccola fuga, ma ho visto cigni, una garzetta, pavoncelle e naturalmente gabbiani! L’estasi di questo momento arriva al suo parossismo, quando le pavoncelle crestate volano via in un luccichio provocato dalla luce che danza sulle loro ali, è semplicemente lo stupore di tutto il gruppo. Ritrovo la mia anima infantile, la bocca e gli occhi spalancati, mentre guardo questo balletto aereo. Uno spettacolo a cielo aperto! Una delle persone del gruppo lo paragona a uno spettacolo pirotecnico, la natura ha inventato tutto, lasciando a noi l’ispirazione. Poi, torniamo sulla terra, finalmente nella palude, e scopriamo grandi uccelli bianchi, oche? gabbiani? No, cigni… Una famiglia di cigni ha preso casa qui. Il signor e la signora Swan si sono stabiliti qui qualche tempo fa e sono nati 4 piccoli cigni… Un momento da quaderno rosa!

Ecco il Lago dei Cigni o meglio la Palude dei Cigni!”

Ho imparato che i cigni, così belli sull’acqua, impiegano molto tempo per imparare a volare e quando lo fanno non sono famosi. Un volo pesante e lento. La grazia del loro nuoto viene completamente dimenticata quando li vediamo volare! È un peccato, un mito che vola via, ma sono ancora belli. Oltre alla migrazione di queste centinaia di uccelli nei 175 ettari della palude di Sougeal si trovano anche 8 specie di anfibi, 360 specie di flora e lucci… Questo è il luogo di riproduzione dei lucci. Sono più precoci degli altri, ma la palude di Sougeal è il luogo ideale per Capitan Luccio, Madame e i suoi amici per fecondare le uova e far nascere tanti piccoli lucci! La palude permette ai piccoli di crescere tranquillamente e di risalire i canali palustri per raggiungere il mare aperto.

La nostra guida Marion ci accompagna nel mondo della biodiversità!

Il traguardo finale di questa passeggiata, quando uno dei miei compagni respira pesantemente ed esprime il fatto di essere riposato e rilassato… E così, sono pronto a tornare all’avventura, a far scoprire questo piccolo angolo verde a tutti coloro che desiderano una fuga nella natura e prendersi il tempo per osservare la fauna e la flora della nostra Destinazione.

Un'avventura

Per scoprire i nostri 8 tesori conservati!