Miniac Morvan

Al crocevia delle strade romane

Miniac Morvan

“MOR WAN” significa lupi di mare

Sin dall’epoca romana, il comune si trova al crocevia di due grandi strade che collegavano Rennes ad Alet e Corseul a Dol. Queste antiche strade romane, diventate oggi le dipartimentali D137 Rennes-Saint-Malo e D676 Dol-Dinan, si incrociavano in località Vecchio Borgo, a Sud del borgo attuale.

Nel VI secolo, un gruppo di persone proveniente dalla Gran Bretagna s’insedia nel Vecchio Borgo e vi costruisce il castello di Miniac, dal nome della famiglia eponima.

Fino ai primi anni del Novecento, la parrocchia è un vero e proprio serbatoio di manodopera per tutti gli armatori della zona.
I proprietari dei pescherecci di Saint-Malo vengono infatti qui per selezionare i loro futuri equipaggi nel corso di una giornata dedicata: la cosiddetta “louée de mer” (letteralmente la “noleggiata del mare”). Ma il legame con il mare non si ferma qui. In effetti, fino al XIX secolo, nei dintorni degli acquitrini Saint-Coulban e del Meleuc, si pratica la coltura della canapa. Numerosi tessitori risiedevano allora a Miniac-Morvan e sfornavano una miriade di prodotti dedicati al mare, in primis cordami e vele.

 

Un comune medievale

Il comune ospita due antiche fortezze medievali. Innanzitutto, il castello del Bas-Miniac: costruita nel XII secolo, la fortezza è stata completamente rasa al suolo durante le guerre di religione, con l’esclusione di una torre che si stagliava accanto al ponte levatoio. Oggi, la dimora si presenta come un’elegante residenza ricoperta da uno strato di candido intonaco rustico, al centro di uno scrigno di natura. È affittata sovente per matrimoni e ricevimenti.

Poi, il castello di Gouillon, quasi totalmente distrutto da un incendio nel 1916. Edificio in stile “malouinière”, ospita una colonia di pipistrelli che si rifugia nelle sue cantine durante l’inverno. Tre diverse specie protette sono state individuate e sono oggetto di un conteggio annuale.

Il sentiero coperto di Four-ès-Feins, risalente al Neolitico e classificato Monumento Storico dal 1965, è un altro degli elementi patrimoniali importanti del comune.

 

Actipole o lo sviluppo economico

La posizione geografica di Miniac Morvan, che si trova al crocevia di due strade importanti e a soli 20 km da Saint-Malo, ha favorito l’insediamento sul suo territorio di una zona intercomunale di sviluppo economico battezzata “Actipole 1”. Studi sono attualmente in corso per valutare l’installazione di una nuova zona “Actipole 2”.

Actipole costituisce uno dei rari siti dell’agglomerazione che permettono di accogliere progetti industriali strutturati nelle immediate vicinanze di un importante collegamento stradale.

 

3 103 ettari - 3 880 abitanti