Lillemer

Ovvero “l’isola nel mare”

L’esistenza di un insediamento neolitico dal V al III millennio a.C.!

L’erosione del tempo

Questo piccolo comune situato alla frontiera tra paludi bianche (alluvioni marine) e paludi nere (formazioni di torba) domina di circa 9 metri la baia del Mont Saint-Michel.

Il borgo è stato costruito su una struttura granitica di forma ellittica che fa parte di un complesso di 4 formazioni rocciose dello stesso tipo: Mont-Dol, Tombelaine et Mont Saint-Michel. Il nome del comune proviene dalla contrazione dell’espressione “l’île en mer” (ossia l’isola nel mare), visto che lo scoglio era un tempo un’isola in mezzo alla baia del Mont-Saint-Michel.

 

Torre colombaia del XVII secolo a Lillemer

Dal neolitico ai giorni nostri

Lillemer è abitata sin dal periodo neolitico. Scoperto nel 1995 e studiato a partire dal 2001, il sito archeologico locale, che si estende su una superficie di 30 ettari sulla collinetta e parte delle paludi circostanti, costituisce il principale luogo di interesse del borgo.

La torba delle paludi nere ha permesso una conservazione eccezionale dei reperti e vari studi hanno confermato l’esistenza di un villaggio risalente a ben 4 000 anni fa. Lillemer costituisce così un sito archeologico di grande importanza su scala regionale. Il municipio accoglie per questo motivo uno spazio d’interpretazione del patrimonio archeologico dedicato agli scavi e il sito di prospezione è visitabile in occasione delle Giornate del Patrimonio.

Una splendida torre colombaia seicentesca, completamente restaurata e visibile accanto alla chiesa, nella parte più alta della collinetta, ci ricorda che Lillemer apparteneva un tempo ai Signori di Dol de Bretagne, una città poco distante.

 

Una terra di escursioni

Lillemer si trova al centro di numerosi circuiti di escursioni pedestri e in bicicletta che permettono di scoprire un’ampia zona naturale situata tra le cosiddette paludi bianche e paludi nere. Il paesaggio locale è composto da canneti tipici delle zone umide e da pioppeti. 

 

361 ettari - 224 abitanti