-A +A

Sulle tracce della Storia

Incontro con il Signor Mazurié des Garennes

Marie-Alice

Chi non ha mai sognato di farsi raccontare storie di pirati, corsari e spedizioni marittime? Storie che non sono scritte nei libri e che ci svelano numerosi aneddoti di ogni tipo, storici o audaci.

Il mio obiettivo è farvi scoprire o riscoprire persone autentiche, appassionanti e appassionate, capaci di trasmettere belle energie. Il mio desiderio è che ci raccontino la loro storia e il loro percorso, al fine di trasmetterci i loro valori e le loro esperienze, così che possiamo, a nostra volta, essere ispirati… Che dite, partiamo?

 

Mi potete seguire su YouTube e Facebook

 

Marie-Alice vi accompagna

 

Ho incontrato il Signor Roland Mazurié des Garennes

Il luogo del nostro appuntamento

In una bella giornata di febbraio (proprio come le amo io, con un cielo blu senza nuvole e un freddo bello secco), ho appuntamento con una figura imprescindibile di Saint-Malo. Ci dobbiamo incontrare al ristorante dell’Hôtel France & Chateaubriand, un luogo che non abbiamo scelto per caso, visto che è carico di storia: è qui che è nato François-René Chateaubriand. Arrivata in anticipo, mi siedo in terrazza per impregnarmi dell’atmosfera dei luoghi e approfittare dei raggi del sole. La luminosità, che gioca con i contrasti tra il blu del cielo e il grigio delle mura, dona un’atmosfera particolare alla piazza Chateaubriand, svelando misteri impalpabili che solamente un appassionato dei luoghi potrebbe decifrare…

L’incontro

Parlando di appassionati, ecco che vedo appunto arrivare con passo sicuro il Signor Mazurié des Garennes, ex-militare, «installato a Saint-Malo da sedici generazioni». Questa figura locale, ben conosciuta dagli abitanti di Saint-Malo, è un vero e proprio monumento cittadino. I suoi occhi blu e il suo sguardo vivace celano una piccola sfumatura di malizia che riesco a scorgere dietro l’inziale atteggiamento un po’ burbero. L’uomo sa quello che vuole e lo dice chiaramente, senza menare il can per l’aia. Un abitante di Saint-Malo «non tiene mai per sé quello che ha da dire», mi dichiara durante il nostro colloquio. Dopo essersi seduto, annota sul suo diario la data del nostro appuntamento («una vecchia abitudine», mi dice). Ammetto di essere affascinata dall’idea di trovarmi di fronte alla persona che conosce meglio la storia di Saint-Malo, quella con la S maiuscola e quella più frivola. La storia che lui ama oltremodo raccontare è la seconda, quella che non si trova sui libri e che svela numerose chicche e aneddoti di vario genere, storici o audaci…

C’era una volta…

Fremo d’impazienza all’idea di conoscere tutti i segreti della città… Quando passeggio all’interno delle mura, numerosi elementi stuzzicano la mia curiosità: i nomi delle vie, le statue, alcuni dettagli architettonici… Le mie domande troveranno finalmente una risposta! Ascolto con attenzione e stupore storie di corsari, pirati, navigatori, marinai, grandi famiglie locali, scrittori, viaggi, spedizioni, commercio, potere, guerre, finanze, navi e battelli… Mi lascio trasportare dai suoi racconti e la mia immaginazione si occupa del resto. Ogni elemento della città cela una storia, che si tratti di una piazza, un edificio o una porta d’ingresso (come quella che separa oggi due palazzi e che serviva, un tempo, come porta segreta d’uscita di un bordello…). «Potrei raccontarle delle storie durante tre giorni interi…» mi dice; «Ho persino con me delle chiavi di alcune porte che sono sempre chiuse», aggiunge. I miei occhi scintillano come quelli di un bambino durante una caccia al tesoro, frementi di scoprire luoghi vietati o segreti…

Trasmettere

Il Signor Mazurié trasmette le sue conoscenze con passione e sincerità a tutte le persone che accettano di ascoltarlo: le sue ricerche, i suoi incontri, le sue letture e le sue indagini. Una passeggiata insieme a lui per le vie di Saint-Malo è un modo ideale per continuare a far vivere la Storia, affinché si perpetui e non si perda…

Marie-Alice Lemoine