-A +A

Pescatori di capesante

Una corsa contro il tempo

portrait_gregoire_choleau.jpg

Grégoire

Benvenuti a bordo di Surya, un peschereccio di Saint-Malo specializzato nella cattura delle capesante della baia di Saint-Brieuc, da ottobre a marzo.

Benvenuti a bordo di Surya

Lunedì, ore 8 del mattino: ormeggiato al porto dei Bas-Sablons a Saint-Malo, Surya, peschereccio polivalente di 12 metri, leva l’ancora e inizia a far rotta verso Nord-Ovest, in direzione della baia di Saint-Brieuc e del suo giacimento di capesante, sfruttato dalle 250 imbarcazioni iscritte per questa campagna invernale. Due giorni a settimana, il lunedì e il mercoledì, Till il capitano e Briac il mozzo si recano sulla zona di pesca. Metodicamente, non appena usciti dal porto, Briac aggancia le due draghe laterali ai loro cavi, a loro volta collegati al verricello centrale. Stamani, poche barche hanno preso il mare – un po’ grosso è vero – ma, nella nostra scia, vedo altri marinai maluini che hanno deciso di partire per un viaggio di due ore e mezza prima di raggiungere la zona aperta alla pesca.

Ore 10: sotto un bel sole, costeggiamo a babordo l’imponente silhouette di Capo Fréhel. Le barche della baia di Saint-Brieuc sono già in zona e i marinai maluini si disperdono, osservando con attenzione la rotta seguita dagli uni e dagli altri. Mentre Briac fuma un’ultima sigaretta e Till scruta col binocolo la posizione delle imbarcazioni concorrenti, sento che la tensione sale lentamente a bordo di Surya. L’equipaggio infila gli impermeabili e verifica ancora una volta le draghe.

Ore 10 40: le draghe sono collocate sui fianchi, a filo d’acqua, pronte a entrare in azione. Come le altre imbarcazioni, Surya gira in tondo, in attesa del segnale di partenza.

Ore 10:54: la radio VHF annuncia l’arrivo in zona dell’aereo degli Affari Marittimi; i marinai si voltano tutti verso la costa per conferma: stamani bisognerà essere particolarmente vigili al rispetto delle regole!

Ore 11: viene dato il segnale di partenza! Surya dà fondo a tutta la potenza del suo motore e i suoi 300 cavalli entrano in azione in un baleno. Till, un occhio sulla cartina dei fondali e l’altro sull’orizzonte, grida le sue istruzioni a Briac, il quale aziona allora il verricello. Le due draghe scendono in acqua simultaneamente, l’una a 110 metri di profondità, l’altra a 90 metri, in modo che non si incrocino. Dopo 10 minuti di dragaggio a tutta potenza, con talvolta delle scosse che fanno impennare Surya e tendono al massimo i cavi metallici, le draghe vengono fatte risalire a galla con un gran fracasso metallico. Till esce immediatamente dalla cabina e si avventa sulle draghe per tirarle a bordo e aprirle. Dalle loro bocche fuoriescono sul ponte conchiglie, sassi e alcuni blocchi più importanti. Neanche il tempo di realizzare cosa sta succedendo che le due draghe sono nuovamente in acqua, a continuare il loro lavoro di raccolta. Assisterò alla scena per altre due volte, in una grande frenesia, per sfruttare al massimo il tempo accordato di 45 minuti.

Ore 11:50: la tensione cala e giunge l’ora del bilancio teorico. Una smorfia poco convinta piega leggermente le labbra di Till: non c’è male, ma sperava evidentemente di meglio. I quasi 600 kg di capesante copriranno appena le spese. Ma non è il momento di fare i conti. Sassi e conchiglie ricoprono il ponte, adesso c’è da smistarli. Dopo aver verificato le loro dimensioni, le capesante sono messe in delle vaschette e poi in dei sacchi. In ginocchio sul ponte, i due marinai si daranno da fare per tutto il viaggio di ritorno, mentre io sono stato assegnato alla sorveglianza del pilota automatico fino al canale di boe che delimita l’ingresso del porto di Saint-Malo. Ma prima di tornare a casa, facciamo un’ultima tappa a Dinan, per consegnare i preziosi sacchi e scambiare alcune rapide parole con gli altri equipaggi.

Ore 15: porto dei Bas-Sablons. Surya ha ritrovato il suo pontone. Ancora segnato dall’intensità del momento che ho vissuto, sbarco a terra camminando in modo maldestro. Rivivo la giornata osservando le foto scattate a bordo. Le mie gambe continueranno a ondeggiare fino a sera…

  • crtb-ac3503_job_nicolas.jpg
  • cgcholeau_8.jpg
  • crtb-ac6773_piriou_jacqueline.jpg
  • crtb-ac6775_piriou_jacqueline.jpg
  • cgcholeau_3.jpg